scrivere fa bene

parole e pensieri di una 23enne...o meglio, una scusa per raccontarsi un po'.

giovedì, agosto 02, 2007

Agosto in città

Non solo è la prima volta in tutta la mia vita che il 2 di agosto sono ancora a Milano, ma ieri ho anche avuto un colloquio con la prof. per la tesi...assurdo...non si va mai in vacanza??!!
Ovviamente le notizie non sono come immaginavo, ormai è deciso devo laurearmi a novembre e non ho ancora iniziato a scrivere nulla...prevedo lunghi mesi di fuoco!! E inizio a scusarmi con tutte le persone che, anche solo per sbaglio, incapperanno in me: non sarò una persona molto gentile e disponibile, anzi se già normalmente il mio acidume mi precede, da settembre in poi non mi si potrà neppure toccare....perdono!!

Ma ora pensiamo a riposarci, voglia di mare sole nanna....

manca ancora qualche giorno prima di un po' di frescura in montagna e poi del trasferimento in terra calabra, per la consueta pausa rigenerante.

Però il primo bagno al mare l'ho già fatto!!!

Eh, sì: sabato scorso scorribanda su e giù per l'Italia, Milano-Marina di Massa-Pisa e ritorno. Giornata al mare e al sole (ma si vede che avevo uno schermo totale addosso, non ho neppure il segno del costume!) e poi serata nella carinissima Pisa.

C'ero già stata diverse volte, ma sempre di giorno, scoprirla all'imbrunire è stato molto piacevole...


Se gli eventi mi terranno troppo occupata....

Buone vacanze a tutti!!!
Vale

giovedì, luglio 26, 2007

proposte milanesi

Sono molti i motivi per cui quest'anno sono ancora a Milano a fine luglio, voglia di vacanze, certo, di mare e sole e riposo senza pensare a nulla...arriveranno ma bisogna aver pazienza.

Tanto non solo sola, anzi sono ancora tutti a Milano, e quindi perchè non approfittare delle possibilità che offre la mia città?!

Così insieme alla Vale e alla Gaietta, abbiamo visitato al tramonto per non incombere alla calura e all'afa milanese, la mostra su Botero allestita a Palazzo Reale.
Una mostra carina dell'artista colombiano tuttora attivo e molto impegnato nella sua produzione.

Tre le sezioni attraverso cui percorrere la sua vita artistica: le opere recenti, il circo, e Abu Ghraib con i dipinti che raccontano la terribile realtà del carcere iracheno.


E disseminate nei dintorni anche alcune sculture dell'artista sempre caratterizzate dalle loro forme "abbondanti"...


Un'idea carina per una serata in compagnia.


Vale

martedì, luglio 17, 2007

Lungo i Navigli

Anche Milano però ha le sue bellezze.
Bisogna avere la pazienza di scovarle senza incappare nelle proposte modaiole fighette.

I navigli sono una delle zone più alla moda della città, da sempre luogo delle movida milanese con i mille locali sulle rive e gli aperitivi più ricchi e appetitosi.

Ma non solo.

Da un annetto ormai, c'è la possibilità di navigare i Navigli, su imbarcazioni che dovrebbero richiamare gli storici barconi. Ed io non ho saputo resistere.

Così domenica scorsa proprio all'ora dell'aperitivo, ci siamo imbarcati: Alzaia Naviglio Grande, discesa del naviglio fino non so bene che altezza, ritorno, manovra nella Darsena per imboccare il Naviglio Pavese fino alla chiusa, rientro all'approdo.


Un giro molto carino e originale, peccato che non ci fosse nessun Cicerone a raccontare la storia del luogo, ma l'atmosfera è stata decisamente ravvivata da un allegro gruppetto jazz che ci ha intrattenuti per l'intera navigazione.

Per chi vuole altre informazioni:

Vale

Nel paese dei piedoni

C'è una città in Lombardia, sulla sponda di un lago tanto caro al Manzoni, che in casa mia è conosciuta come Paese dei Piedoni.
In questo paese quando ero piccola c'era una zona pedonale creata apposta per le famigliole come la mia, che la domenica pomeriggio andavano a passeggiare in centro. Per vietare il passaggio alle auto tutta la zona era disseminata di grandissime impronte a forma di piede...
per me la spiegazione era però mooolto più bella e fantasiosa: la mamma mi raccontava che in quel paese abitavano delle persone enormi, dei giganti con certi piedoni...
e quelle che vedevo erano le impronte che lasciavano quando passavano, però non dovevo avere paura perchè erano giganti buoni!

Le passeggiate domenicali con mamma e papà in quella città si sono poi interrotte, ma nella mia testa Como sarà sempre il Paese dei Piedoni!


Capita poi, una sera di tre mesi fa, di tornare in quella città con Lui e di riscoprirne il fascino e la magia.
Di rimanere incantata dal suo lago, così romantico, specie la sera quando brilla delle mille lucine sulle sue coste.
E così nuovi ricordi si mescolano a quelli di bambina, nuove emozioni accanto a quelle provate un tempo e il legame con questo posto si rinsalda per regalarti momenti bellissimi.
Da tre mesi a questa parte di momenti bellissimi ne ho vissuti molti, grazie a Lui, perfetto galantuomo e presenza attenta.
Lui e il lago, le onde che si infrangono lungo la passeggiata, un lampione che non si accende e le mille lucine che ci fanno da cornice!!

Ancora una volta GRAZIE

Vale

domenica, luglio 08, 2007

Il Biagio

E terminiamo in bellezza (per tornare moolto presto!!)
Grande evento musicale dell'estate milanese: sabato 30 giugno lo stadio di San Siro si è riempito di 60mila voci che accompagnavano Biagio Antonacci.

Per due ore e mezza il Biagio si è donato al suo pubblico milanese senza remore, cantando ininterrottamente le canzoni del nuovo album Vicky Love e i suoi più famosi cavalli di battaglia.
La cornice di San Siro, già maestosa per una partita di calcio, diventa suggestiva se illuminata dalle luci di un concerto, dai movimenti della ballerina che ha coreografato un paio di canzoni e dalla forza di tutto uno stadio intero che cantava.
E Biagio ha dimostrato di essere all'altezza dell'evento.

Parlo non da fan sfegatata, io sono stata invitata al concerto da Lui, ottimi posti in primo anello rosso conquistati già quattro mesi fa, e ci sono andata dopo un mese di preparazione sulle parole da cantare, per non starmene a fare na na na come di solito con le canzoni che non conosco.

Ed è stata una serata meravigliosa!

Lo scenario, la musica, l'energia coinvolgente di così tante persone insieme...ma soprattutto Lui che mi ha regalato un concerto privato, cantando solo per me tutte le canzoni.

Grazie! E' stata una delle serate più emozionanti insieme a te, un ricordo prezioso dentro di me.

Vicky Love

Penso come te

vicky--- è il tuo nome… e riempie casa..

Mentre butti dall’armadio cose… che non uso piu!!!!!

E il singhiozzo che ti viene spesso… mi fa impazzire…..

Penso come te….. come te

A me la vita ha regalato tanto e so che prima o poi

Ci sarà da restituire ….

E forse lo farò

Ma adesso Esisti tu …..esisti tu….

Vicky love…vicky love

I satelliti non sono aerei anche se sembrano

Vicky love…vicky love

Usa bene le mie mani e portale sulla tua faccia

Vicky love...vicky love

Pensa sempre che domani è un giorno e che non è sperare……

E a me batte il cuore

mi ricordo mi avevi scritto…. proprio cosi

Era Il tuo primo messaggio e aveva già forza e gioia

Senza quasi sapere sapevi di poterlo fare….

Penso come te------come te

Vicky love…. vicky love

i miei sogni sbattono nei tuoi…e non è colpa mia

Vicky love…. vicky love

Dolce madre bella figlia e adesso…mia mia mia….

Vicky love… vicky love

Queste foto vivono la casa….

Senza più nostalgia…..

Vicky love vicky love

Resta il fatto che devo inventarmi….

quando non ci sei

Vicky love…. vicky love...

Vicky love…. vicky love……..

Resta il fatto che devo inventarmi….

quando non ci sei

Vale



Laureandi e laureati

Continuando gli aggiornamenti dell'ultimo mese annuncio al mondo che
HO FINITO GLI ESAMI!!!
La mia carriera universitaria sta quasi volgendo al termine, con il libretto ormai completo, ora devo solo buttarmi nel massacrante e temuto lavoro per la tesi...nelle più rosee ipotesi dovrebbe concludersi a novembre, ma visti i tempi penso che marzo sia una data più realistica!
Oggetto di indagine: comunicazione interculturale
Per ora non dico di più, anche perchè non ne so molto di più!!!
E per una che inizia a scriverla, c'è chi invece l'ha appena discussa e in maniera davvero brillante: da qualche giorno infatti il dottore Emanuele è diventato anche magister nonchè futuro collega dei suoi professori...ah, come cambia la vita!
Speriamo che la valanga di confetti rossi che ho mangiato siano di buon auspicio!!!
Vale

sabato, luglio 07, 2007

Compleanni


Mi sembra doveroso un omaggio a due persone che in questo mese hanno festeggiato il loro compleanno: LA MIA MAMMA e LA GAIETTA.

La mia mamma ha spento le tanto temute 50 candeline, nessun problema a rivelare l'età perchè a vederla dimostra 10 anni in meno, per la gelosia di mio papà!

Spesso tra di noi ci sono litigate, urla e cattiverie varie ma sono davvero contenta di averla vista felice e allegra durante i festeggiamenti. Sì, perchè non è mica sufficiente una tortina, lei ha festeggiato per un mese intero, regalandosi alcuni week end di divertimento con colleghe e amici vari. La Sardegna, a far finta di essere una vip sulla costa smeralda; Lisbona e il suo baccalà, a ridere di gusto come le piace tanto fare insieme agli amici di una vita.

Non ha viaggiato tanto la mamma, nei suoi 50 anni e sono davvero contenta che si stia godendo adesso qualche piccolo premio.

Ovviamente il tutto accompagnato da cene, torte, regali ( i famosi cazzilli per agghindarsi tutta, che adora!)

La Gaietta invece di anni ne ha compiuti 25 e anche per lei il quarto di secolo non pesa, visto che la scambiano ancora per una sedicenne!!!
Come d'abitudine ci siamo radunati tra amici per festeggiarla, anzi lei ci ha radunati sulla sua terrazza, che per una volta non è stata allagata da temporali improvvisi, per una cenetta ottima, come sempre dalla Gaietta, e una serata estiva davvero piacevole circondati da pochi amici a scambiarsi chiacchiere e risate.

Ovviamente a entrambe queste due donne meravilgiose i miei più forti auguri!!!
Vale

07/07/2007

Questa data sembra essere un giorno speciale per molte persone, una marea di gente oggi ha scelto di sposarsi, una marea di concerti si rincorrono da un capo all'altro del pianeta, e una marea di eventi si terranno proprio oggi...chissà perchè?!
Non credo nella numerologia, così per me oggi è solo trascorso un mese esatto dall'ultimo post qui sopra...un mese in cui la mia salute un po' altalenante mi ha dato dei problemini e ha modificato decisamente i miei programmi per i mesi estivi.
Eh, sì. Costretta a riposo per un po', è decisamente poco astuto il viaggetto in Romania per un campo di lavoro con i bimbi, anche se lo stavo dolcemente immaginando da mesi...quindi vacanze da improvvisare all'insegna di relax, tranquillità e pochi sbattimenti.
Penso che la soluzione migliore sia aggregarmi a quelle colonie di nonnette in vacanza in Liguria, ma forse anche loro sono troppo arzille per me :-))))
Comunque tra alti e bassi questo mese è volato via; le mie giornate sono state riempite da file dal medico per punturoni enormi, pomeriggi sonnacchiosi di riposo obbligato in cui ho imparato il palinsesto tv estivo a memoria, un po' di studio che non manca mai, un po' di lavoro portato faticosamente al termine, compleanni ed eventi vari che mi hanno distratta un po'.
Ma andiamo con ordine.
A tra poco
Vale

giovedì, giugno 07, 2007

OMMIODDIO!!!!!

Su Italia 1 c'è BEVERLY HILLS 90210!!!!!

Il mio telefilm preferito....ma quanto era bello Brandon?!
Per anni ho dormito con un cuscino con la sua faccia stampata sopra!

Reset

A volte vorrei poter cancellare intere giornate; quando tutto va storto, fin dal mattino, e non c'è verso di cambiare direzione agli eventi; quando qualsiasi cosa faccio sbaglio; quando con qualsiasi persona parlo, litigo o discuto.
Ora vorrei poter cancellare un'intera settimana.
Facciamo finta che questi ultimi 8 giorni non siano esistiti, così dimentico la faringite che mi ha costretto a letto per 4 giorni, il compleanno trascorso chiusa in casa, con papà al lavoro e poi con gli amici, mamma in sardegna con le colleghe e fratello davanti al computer; dimentico la noia e la spossatezza che mi hanno impedito di studiare e mi hanno trasformato in una lamentela continua; e dimentico le continue discussioni con La Famiglia che mi stanno sfiancando e innervosendo.
Riconosco che in casa mostro il lato peggiore di me, sempre imbronciata o incazzosa, non mi si può toccare...però non credo faccia piacere a nessuno sentirsi dire continuamente di avere un carattere orrendo. I miei, compreso quel paraculo di mio fratello, non fanno altro che ripetermi che sono acida, sono isterica, ho troppi impegni, non ci sono mai, non faccio nulla in casa....
Possibile che tutte le altre persone con cui mi relaziono, adulti e ragazzini, siano soddisfatti di quello che faccio e di come lo faccio, mentre in casa nessuno mai che mi faccia un apprezzamento?!
Possibile che debba sempre essere io a mettermi in discussione, per come mi comporto e loro non si chiedono mai se stanno sbagliando?!
Possibile che sia così difficile da capire il mio lavoro e il mio amore per il volontariato?! per loro sembra che io abbia giocato tutto l'anno, e i miei impegni sono sempre meno importanti dei loro...
Eppure sto facendo di tutto per renderli orgogliosi di me, ho sempre fatto di tutto, forse troppo.
Eccellente a scuola, mai nessuna uscita di testa particolare, ho cercato sempre di informare i miei delle mie scelte e decisioni.
Ma anche così mi sento dire da mio padre che non è d'accordo su quello che sto facendo e che ho fatto. Mio fratello si permette di giudicare il mio lavoro con i ragazzini, che è un lavoro sottolineo!! E mia madre mi ripete che ho proprio un caratteraccio.
Vorrei che queste cose mi scivolassero, e invece sono qui a scriverle per sfogarmi ma anche perchè mi fanno male.
E so che l'unica cosa da fare è allentare questo nodo che mi tiene stretta e vincolata alla mia famiglia: ormai l'età per fare le mie scelte è arrivata e anche quella per vivere la mia vita.
Non posso economicamente mantenermi fuori di casa, ma posso anzi devo decidermi a pensare a me.
Può sembrare egoistico ma ne sento il bisogno.
E dopo questo sfogo libero, speriamo che la giornata migliori anche se il tempo non ne ha intenzione.
Vale

giovedì, maggio 31, 2007

Fisico bestiale

Lo devo proprio accettare. Anche io ho dei limiti. E visto che spesso me ne dimentico e tengo dei ritmi allucinanti, il mio fisico me lo ricorda nei momenti meno opportuni con una febbre fastidiosa.
Così mi ritrovo a letto a due giorni dal mio compleanno, con la febbre e dolori alle ossa che nemmeno mia nonna di 82 anni ha. Costretta a far saltare tutti gli impegni della giornata, sperando di non compromettere quelli di domani e dei prossimi giorni.
Ma dovevo aspettarmelo.
L'ultimo mese e mezzo è stato davvero pesante: ho preparato e dato un esamone, nel frattempo ho continuato a seguire le mie bestiacce del doposcuola, anche loro stanche e ormai deconcentrate, ho riscritto il progetto per ottenere i finanziamenti per l'anno prossimo e assicurarmi un altro anno di lavoro, ho preparato le valutazioni e gli attestati per i volontari, ho fatto l'ultimo giro di colloqui con i professori, ho seguito un corso in comune...tutte attività che mi hanno occupato del gran tempo e energia.
Cercando di ritagliarmi qualche spazio per me e per il malcapitato che mi sopporta.
Ora rischio di passare il compleanno a letto con un tazzone di camomilla vicino, i bei programmi per il week end in forse (anche per via del tempo che non promette nulla di buono!) e un nervoso incredibile!!!
Che barba non riesco neppure a leggere e mi sa che anche il computer ora verrà abbandonato...
Che Sfiga!!!
Vale